Aste a Tempo

La differenza tra un'asta tradizionale e un'asta online è rappresentata dalle trattative che si svolgono virtualmente, infatti la tecnologia di telecomunicazione ed i sistemi aziendali integrati con queste nuove realtà, consentono di accedere sempre e ovunque all'asta, senza alcuna limitazione di luogo o tempo.

La partecipazione, poi, non è necessariamente diretta, anche se in realtà i sistemi di monitoring dei rilanci in azienda sono attivi 24 ore su 24.

Per tutta la durata dell'asta i partecipanti sono costantemente avvisati delle variazioni dei prezzi e di eventuali rilanci, in modo da poter intervenire direttamente nelle contrattazioni.

Le aste online prevedono due tipi di aree: le sezioni ad accesso libero, solitamente informative, e quelle ad accesso controllato, previa registrazione e profilazione.

Per partecipare ad un’asta online è necessario registrarsi ed allegare un documento valido di riconoscimento.

Dopodiché si ha accesso al sistema mediante una userID ed una password ottenuti in fase di registrazione. Una volta eseguita l’attivazione dei codici di accesso, si può accedere ai singoli lotti ed effettuare offerte tramite le funzionalità di contrattazione del sistema a tempo.

In ogni caso, il sistema informatico di contrattazione crea messaggi di posta elettronica automatici, notifiche push nel caso si utilizzi un app IOS, per informare i partecipanti sullo stato del mercato.

I rilanci eseguiti dall'utente entro 5 minuti dalla scadenza del lotto, causeranno un posticipo della scadenza stessa pari a 2 minuti.

Dopo la data di chiusura della contrattazione il vincitore/acquirente riceverà tutte le informazioni necessarie per il saldo dei propri acquisti. Ricordiamo che al prezzo di aggiudicazione sono da aggiungere i diritti della casa d'aste del 25%, come da Condizioni di Vendita generali che i partecipanti alle aste, tradizionali e online, dichiarano anticipatamente di aver letto e di aver approvato.

RILANCI AUTOMATICI GENERATI DA OFFERTE PER PROCURA

Per effettuare un’offerta per procura l’utente deve inserire il prezzo massimo che è disposto a offrire; questo importo non viene rilevato agli altri offerenti.

Inserendo un’offerta per procura il sistema provvede automaticamente a generare rilanci automatici ogniqualvolta viene eseguita un’offerta da un altro utente, fino al raggiungimento dell’importo massimo indicato dall’utente.

L’offerta viene aumentata soltanto dell’importo necessario per rimanere il migliore offerente o raggiungere il prezzo di riserva.

Se un altro utente esegue la tua stessa offerta prima di te oppure effettua un’offerta massima superiore, il sistema ti comunica che la tua offerta è stata superata, in modo che tu possa rilanciare.

Se alla scadenza dell’aste nessun altro utente ha eseguito un offerta superiore, ti aggiudicherai l’oggetto anche se la tua offerta non avrà raggiunto l’importo massimo definito.

Casistica per offerte concorrenti

Se per un lotto è stata eseguita un offerta massima possono verificarsi i seguenti casi:

1) Offerta standard contro offerta massima di importo superiore

Un lotto ha importo corrente pari a 100 €. L’utente A esegue un’offerta massima di 1000 €; il sistema rilancia automaticamente eseguendo un’offerta da parte di A pari a 150 €. B esegue un’offerta standard di 200 €; il sistema rilancia per A con un offerta pari a 250 €


Utente

Tipo offerta

Importo offerta max

Importo corrente

Importo rilancio

Rilancio auto con offerta max

A

massima

1000 €

100 €

150 €

B

standard

-

150 €

200 €

 

A

automatica

-

200 €

250 €

 


2) Offerta standard contro offerta massima di pari importo

Un lotto ha importo corrente pari a 70 €. L’utente A esegue un’offerta massima di 90 €; il sistema rilancia automaticamente eseguendo un’offerta da parte di A pari a 80 €. B esegue un’offerta standard di 90 €; il sistema rilancia per A con un offerta pari a 90 €.

In caso di offerte aventi pari importo il sistema convaliderà l’offerta eseguita in precedenza quindi l’offerta massima eseguita da A. All’utente B verrà comunicato che la propria offerta è stata scartata perché in precedenza era stata eseguita un’offerta massima di pari valore da parte di un altro utente.


Utente

Tipo offerta

Importo offerta max

Importo corrente

Importo rilancio

Rilancio auto con offerta max

A

massima

90 €

70 €

80 €

B

standard

-

80 €

90 €

 

A

automatica

-

90 €

90 €

 


3) Nuova offerta massima contro offerta massima di importo superiore

Un lotto ha importo corrente pari a 200 €. L’utente A esegue un’offerta massima di 400 €; il sistema rilancia automaticamente eseguendo un’offerta da parte di A pari a 250 €. B esegue un’offerta massima di 350 € che genera un rilancio pari a 300 €; il sistema rilancia per A con un offerta pari a 400 € (offerta max di B + incremento).

Utente

Tipo offerta

Importo offerta max

Importo corrente

Importo rilancio

Rilancio auto con offerta max

A

massima

400 €

200 €

250 €

B

massima

350 €

250 €

300 €

A

automatica

-

300 €

400 €

 

 

4) Nuova offerta massima contro offerta massima di pari importo

Un lotto ha importo corrente pari a 70 €. L’utente A esegue un’offerta massima di 200 €; il sistema rilancia automaticamente eseguendo un’offerta da parte di A pari a 80 €. B esegue un’offerta massima di 200 € che genera un rilancio pari a 90 €; il sistema rilancia per A di 200 € raggiungendo direttamente l’importo dell’offerta massima. All’utente B verrà comunicato che la propria offerta è stata scartata perché in precedenza era stata eseguita un’offerta massima di pari valore da parte di un altro utente.

Utente

Tipo offerta

Importo offerta max

Importo corrente

Importo rilancio

Rilancio auto con offerta max

A

massima

200 €

70 €

80 €

B

massima

200 €

70 €

90 €

A

automatica

-

90 €

200 €

 

 

5) Nuova offerta massima contro offerta massima di importo inferiore

Un lotto ha importo corrente pari a 1200 €. L’utente A esegue un’offerta massima di 1400 €; il sistema rilancia automaticamente eseguendo un’offerta da parte di A pari a 1300 €. B esegue un’offerta massima di 1500 € che genera un rilancio pari a 1400 €; il sistema rilancia per B di 1500 € con lo scopo di superare l’offerta massima di A eseguita in precedenza.

Utente

Tipo offerta

Importo offerta max

Importo corrente

Importo rilancio

Rilancio auto con offerta max

A

massima

1400 €

1200 €

1300 €

B

massima

1500 €

1300 €

1400 €

B

automatica

-

1400 €

1500 €

 


N.B.
Nel sistema di rilanci automatici, caso 3 e 5, potrebbe non essere verificata la condizione: rilancio (offerta attuale + incremento) <= offerta massima In questi casi il rilancio sarà pari all’importo dell’offerta massima.