Comprare

  1. Pandolfini CASA D'ASTE S.r.l. è incaricata a vendere gli oggetti affidati in nome e per conto dei mandanti, come da atti registrati all'Ufficio I.V.A. di Firenze. Gli effetti della vendita influiscono direttamente sul Venditore e sul Compratore, senza assunzione di altra responsabilità da parte della Pandolfini CASA D'ASTE oltre a quelle derivanti dal mandato ricevuto.

  2. L'acquirente corrisponderà un corrispettivo d'asta, per ciascun lotto, pari al 25% sul prezzo di aggiudicazione fino a € 100.000 ed al 22% sulla cifra eccedente, comprensivo di I.V.A. ed oneri fiscali (per casi particolari e maggiori informazioni sulle commissioni vedi "CORRISPETTIVO D'ASTA ed I.V.A. nell'apposita sezione in catalogo").

  3. Le vendite si effettuano al maggior offerente e si intendono per contanti. Non sono accettati trasferimenti a terzi dei lotti già aggiudicati. Pandolfini CASA D'ASTE riterrà unicamente responsabile del pagamento l'aggiudicatario. Pertanto la partecipazione all'asta in nome e per conto di terzi dovrà essere preventivamente comunicata.

  4. Le valutazioni in catalogo sono puramente indicative ed espresse in Euro. Per le vendite di natura giudiziaria la valutazione potrà essere preceduta da indicazioni quali p.b. (Prezzo base, ossia prezzo minimo imposto) o m.o. (maggior offerente, ossia lotto vendibile al maggior offerente, senza prezzo minimo di partenza). Le descrizioni riportate rappresentano un'opinione e sono puramente indicative e non implicano pertanto alcuna responsabilità da parte di Pandolfini CASA D'ASTE. Eventuali contestazioni dovranno essere inoltrate in forma scritta entro 10 gg e se ritenute valide comporteranno unicamente il rimborso della cifra pagata senza alcun'altra pretesa.

  5. L'asta sarà preceduta da un esposizione, durante la quale il Direttore della vendita sarà a disposizione per ogni chiarimento; l'esposizione ha lo scopo di far esaminare lo stato di conservazione e la qualità degli oggetti, nonché chiarire eventuali errori ed inesattezze riportate in catalogo. Tutti gli oggetti vengono venduti "come visti".

  6. Pandolfini CASA D'ASTE S.r.l. può accettare commissioni d'acquisto (offerte scritte e telefoniche) dei lotti in vendita su preciso mandato, per quanti non potranno essere presenti alla vendita. I lotti saranno sempre acquistati al prezzo più conveniente consentito da altre offerte sugli stessi lotti, e dalle riserve registrate. Pandolfini CASA D'ASTE S.r.l. non si ritiene responsabile, pur adoperandosi con massimo scrupolo, per eventuali errori in cui dovesse incorrere nell'esecuzione di offerte (scritte o telefoniche). Nel compilare l'apposito modulo, l'offerente è pregato di controllare accuratamente i numeri dei lotti, le descrizioni e le cifre indicate. Non saranno accettate mandati di acquisto con offerte illimitate. La richiesta di partecipazione telefonica potrà essere accettata solo se formulata per iscritto prima della vendita. Nel caso di due offerte scritte identiche per lo stesso lotto, prevarrà quella ricevuta per prima.

  7. Durante l'asta il Banditore ha la facoltà di riunire o separare i lotti.

  8. I lotti sono aggiudicati dal Direttore della vendita; in caso di contestazioni, il lotto disputato viene rimesso all'incanto nella seduta stessa sulla base dell'ultima offerta raccolta. L'offerta effettuata in sala prevale sempre sulle commissioni d'acquisto di cui al n. 6.

  9. Il pagamento totale del prezzo di aggiudicazione dei diritti d'asta potrà essere immediatamente preteso da Pandolfini CASA D'ASTE S.r.l.; in ogni caso lo stesso dovrà essere effettuato entro il giorno successivo alla vendita.

10. I lotti aggiudicati devono essere pagati e ritirati, a propria cura, rischio e spesa, non oltre dieci giorni dalla fine della vendita.

Decorso questo termine, Pandolfini Casa d’Aste:

-sarà in ogni caso esonerata da ogni responsabilità nei confronti dell'aggiudicatario in relazione alla custodia e all'eventuale deterioramento degli oggetti.

-avrà diritto ad esigere il pagamento dei diritti di custodia pari a euro 26 alla settimana per ogni singolo lotto.

-oltre ai diritti di custodia, Pandolfini Casa d’Aste avrà diritto ad esigere il rimborso delle spese per il trasporto ad altro magazzino a discrezione della Direzione. L'acquirente potrà ritirare i beni acquistati solamente previa corresponsione a Pandolfini Casa d’Aste del totale derivante da ogni costo e rimborso inerente.

11. Gli acquirenti sono tenuti all'osservanza di tutte le disposizioni legislative e regolamenti in vigore relativamente agli oggetti sottoposti a notifica, con particolare riferimento alla Legge n. 1089 del 1 giugno 1939. L'esportazione di oggetti è regolata dalla suddetta normativa e dalle leggi doganali e tributarie in vigore. Pandolfini CASA D'ASTE declina ogni responsabilità nei confronti degli acquirenti in ordine ad eventuali restrizioni all'esportazione dei lotti aggiudicati. L'aggiudicatario non potrà, in caso di esercizio del diritto di prelazione da parte dello Stato, pretendere dalla Pandolfini CASA D'ASTE o dal Venditore alcun rimborso od indennizzo.

12. Il Decreto Legislativo n. 118 del 13 febbraio 2006 ha introdotto il diritto degli autori di opere e manoscritti, e dei loro eredi, ad un compenso sul prezzo di ogni vendita, successiva alla prima, dell'opera originale, il c.d. "diritto di seguito". Detto compenso è dovuto nel caso il prezzo di vendita complessivo non sia inferiore a 3000,00 euro ed è così determinato: a) 4% sul totale dei lotti venduti per un totale compreso fra i 3000,00 e i 50000,00 euro; b) 3% per la parte del prezzo di vendita compresa tra euro 50000,01 ed euro 200000; c) 1% per la parte del prezzo di vendita compresa tra euro 200000,01 ed euro 350000,00; ulteriore scaglioni da disposizioni SIAE. Pandolfini Casa d'Aste è tenuta a versare il "diritto di seguito" per conto dei venditori alla SOCIETA' ITALIANA DEGLI AUTORI ED EDITORI (SIAE). Nel caso il lotto sia soggetto a c.d. "diritto di seguito" ai sensi dell'art. 144 della legge 633/41, l'aggiudicatario si impegna a corrispondere oltre all'aggiudicazione, alle commissioni d'asta ed alle altre spese gravanti, anche l'importo che spetterebbe al venditore pagare ai sensi dell'art. 152 l.633/41, che Pandolfini si impegna a versare al soggetto incaricato delle riscossioni.

13. Il Decreto Legislativo del 22 gennaio 2004 disciplina l'esportazione dei Beni Culturali al di fuori del territorio della Repubblica Italiana, mentre l'esportazione al di fuori della Comunità Europea è altresì assoggettata alla disciplina prevista dal Regolamento CEE n. 391/92 del 9 dicembre 1992, come modificato dal Regolamento CEE n. 2469/96 del 16 dicembre 1996 e dal Regolamento CEE n. 974/01 del 14 maggio 2001. Pandolfini Casa d'Aste S.r.l. non risponde del rilascio dei relativi permessi previsti nè può garantirne il rilascio. La mancata concessione delle suddette autorizzazioni non possono giustificare l'annullamento dell'acquisto nè il mancato pagamento.

14. Le presenti Condizioni di Vendita vengono accettate automaticamente da quanti concorrono all'asta. Per tutte le contestazioni è stabilita la competenza del Foro di Firenze.